Restaurazione dopoguerra

NEL CORTILE DELLA FABBRICA LUIGI ZAINI, PROPRIETA’ E MAESTRANZE COINVOLTE NELLA RESTAURAZIONE DELLA FABBRICA DOPO I BOMBARDAMENTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE.


Milano 1943, La fabbrica Zaini venne bombardata gravemente durante la guerra. Olga Zaini (seduta in prima fila, al centro della foto con l’abito fantasia) ebbe l’intuizione di cominciare immediatamente i lavori di ricostruzione evitando i costi successivi di inflazione. Per non far perdere lo stipendio ai suoi operai e operaie (l’attività era stata bloccata dalla devastazione) concordò con l’impresa ricostrutturice che le maestranze Zaini venissero assunte temporaneamente per il periodo della ricostruzione e che fossero, naturalmente, impegati nei lavori, ciascuno secondo la propria possibilità.